Archivio news

Sabato, Novembre 30, 2013
Principio attivo:
Reazione:

I dati dello studio clinico di fase II ACCORD 16 indicano che l’associazione di radioterapia convenzionale e chemioterapia con cetuximab per il trattamento del cancro dell’ano in fase localmente avanzata comporta un rischio eccessivo di reazioni avverse.

Lunedì, Novembre 25, 2013
Principio attivo:

I pediatri delle Università giapponesi di Kyoto e Tochigi descrivono le conseguenze della chemioterapia contro linfomi o leucemie condotta in età pediatrica sulle strutture del sistema nervoso centrale.

Venerdì, Novembre 15, 2013
Principio attivo:

Uno studio retrospettivo condotto dall’Università di Chicago e dai Fertility Centers of Illinois esclude che l’impiego di metotrexate per il trattamento della gravidanza ectopica incida negativamente sulla fertilità futura e sugli esiti della fecondazione assistita.

Domenica, Novembre 10, 2013
Principio attivo:

I pazienti in terapia con anticoagulante orale che si sottopongono a chirurgia bariatrica, ovvero chirurgia dell'obesità,  sono a rischio aumentato di sanguinamento nei primi mesi dopo l’intervento.

Martedì, Novembre 5, 2013

Una revisione condotta dagli psichiatri dell’Università di Chicago esclude che l’impiego di vareniclina nei tentativi di cessazione del fumo si associ a un maggior rischio di eventi neuropsichiatrici. L’analisi ha preso in considerazione due fonti di dati:

Mercoledì, Ottobre 30, 2013
Principio attivo:

Uno studio retrospettivo statunitense coordinato dalla Food and Drug Administration individua una associazione tra l’impiego di Ig iperimmuni e l’insorgenza di complicanze trombotiche.

Mercoledì, Ottobre 9, 2013

Sul sito dell'AIFA è possibile trovare l'andamento delle segnalazioni di sospette reazioni avverse in Italia nel 2012.

Venerdì, Ottobre 25, 2013

Uno studio multicentrico statunitense descrive alcuni casi gravi di osteonecrosi della mandibola dopo terapia per bocca o per via endovenosa con bifosfonati.

Domenica, Ottobre 20, 2013

L’esposizione prenatale agli antiepilettici comporterebbe il rischio di una compromissione della funzione motoria del neonato, già evidente al sesto mese di vita, specie se si tratta di un’esposizione a più farmaci.

Martedì, Ottobre 15, 2013
Reazione:

Uno studio condotto da ricercatori dell’Università di San Antonio, in Texas, individua un'associazione tra l’impiego di statine e l’insorgenza di cataratta.

Pagine