Archivio news

Venerdì, Maggio 15, 2015
Principio attivo:

I dermatologi dell’Università di Fukushima segnalano un caso di eruzione psoriasiforme in una donna di 80 anni in trattamento con nivolumab per un melanoma non resecabile della mucosa orale.

Domenica, Maggio 10, 2015

Una revisione statunitense ha indagato gli eventuali effetti dei farmaci utilizzati per il trattamento delle malattie infiammatorie croniche intestinali sula fertilità maschile e sui rischi di danni al feto.

Martedì, Maggio 5, 2015

Nei pazienti con infezione da HIV, la storia di un’allergia al trimetoprim rappresenta un rischio che la reazione si ripeta con l’impiego di darunavir.

Giovedì, Aprile 30, 2015
Principio attivo:
Reazione:

Uno ampio studio multicentrico prospettico condotto in argentina esclude che l’uso di inibitori della pompa protonica comporti un aumento del rischio di peritonite batterica spontanea.

Venerdì, Aprile 24, 2015
Principio attivo:

Uno studio statunitense segnala che la assunzione di glibenclamide in gravidanza comporta un aumento del rischio di eventi avversi neonatali.

Domenica, Aprile 19, 2015
Reazione:

Uno studio prospettico israeliano stabilisce che solo alcuni schemi terapeutici utilizzati per il controllo della psoriasi favoriscono l’herpes zoster.

Martedì, Aprile 14, 2015
Principio attivo:

Una revisione sistematica britannica rimette in discussione il profilo di sicurezza del paracetamolo specie se usato alle dosi massime previste per l’analgesia nell’adulto.

Martedì, Aprile 7, 2015
Principio attivo:

Una metanalisi condotta da oculisti di Melbourne sulla base di 8 studi controllati e randomizzati (916 pazienti adulti) esclude che la fenilefrina in gocce oculari abbia effetti sistemici significativi se non nei primissimi minuti dall’instillazione.

Giovedì, Aprile 2, 2015

Uno studio di coorte statunitense su 886.996 gravidanze a termine  mostra che l’impiego di statine in gravidanza non comporta un rischio significativo di malformazioni congenite.

Sabato, Marzo 28, 2015
Principio attivo:

Una revisione sistematica condotta presso l’Università di Bristol dà importanti informazioni sul profilo di sicurezza della vareniclina, in particolare per quanto riguarda le alterazioni neuropsichiatriche gravi.

Pagine