news / Domenica, Ottobre 10, 2021
Domenica, Ottobre 10, 2021

Farmaci antiepilettici e reazioni avverse pediatriche

Principio attivo: 
Tra le segnalazioni di reazioni avverse in età pediatrica correlati a farmaci antiepilettici le più frequenti sono i rash cutanei (24% di tutte le segnalazioni), le crisi epilettiche (12,6%), i disturbi gastrointestinali (11,8) e la sonnolenza (10,6). Lo suggerisce un’analisi dei dati della Rete nazionale di farmacovigilanza raccolti tra novembre 2001 e maggio 2019 per un totale di 1.806 reazioni avverse.
In realtà le tipologie di reazioni avverse variavano a seconda del farmaco utilizzato: i rash cutanei sono stati riportati più frequentemente con la lamotrigina (62,3%), la carbamazepina (50,3%), il fenobarbital (42,3%) e l’oxcarbazepina (33%); gli eventi gastrointestinali con l’etosuccimide (44%); l’irritabilità/aggressività con il levetiracetam (25%); le crisi epilettiche con l’acido valproico (16,1%); la febbre con il topiramato (17,9%) e l’assunzione accidentale con il clonazepam (34,6%).
Le reazioni avverse segnalate sono state per lo più in linea con quanto osservato negli studi clinici sui vari farmaci.
I diversi pattern di segnalazione mettono in evidenza notevoli differenze nel profilo di sicurezza dei farmaci antiepilettici, da prendere in considerazione al momento della prescrizione.

Franco V, Barbieri MA et al. Pediatric adverse reactions to antiseizure medications - An analysis of data from the Italian spontaneous reporting system (2001-2019). Epilepsy Behav 2021;119:107989. DOI: 10.1016/j.yebeh.2021.107989