news / Lunedì, Dicembre 10, 2012
Lunedì, Dicembre 10, 2012

Per gli anziani, rischio di fratture a breve termine con gli antipertensivi

Da uno studio di popolazione canadese emerge che un rischio consistente di fratture accidentali del femore a seguito di cadute si manifesta a breve termine dall'inizio di un trattamento antipertensivo, qualunque sia il farmaco prescritto. La popolazione esaminata era composta dai 301.591 anziani almeno 65 enni (età media 81 anni, 80,7% donne) residenti nella provincia dell'Ontario che avevano iniziato la terapia antipertensiva con diuretici tiazidici (23%), ACE inibitori (30,1%), antagonisti del recettore dell’angiotensina II (4,4%), calcioantagonisti (17%) o betabloccanti (25,5%) nel periodo 1° aprile 2000-31 marzo 2009. Sono stati scelti come periodo di osservazione i primi 45 giorni dall'inizio della terapia, come periodi di controllo 450 giorni precedenti e 450 giorni successivi il periodo di osservazione. L'esito primario, l'occorrenza di una frattura prossimale del femore si è verificato in 1.463 casi. Dal confronto tra l'incidenza di fratture nel periodo di osservazione e nei periodi di controllo emergeva un aumento del rischio a breve termine del 43% (rapporto tra i tassi di incidenza 1,43, limiti di confidenza al 95% da 1,19 a 1,72). Nella sottoanalisi che prendeva in considerazione le diverse classi di antipertensivi la significatività statistica si manteneva solo per gli ACE inibitori (rapporto tra i tassi di incidenza 1,53, limiti di confidenza al 95% da 1,12 a 2,1) e per i betabloccanti (rapporto tra i tassi di incidenza 1,58, limiti di confidenza al 95% da 1,01 a 2,48).

E’ noto che una terapia antipertensiva nell’anziano aumenta il rischio di cadute accidentali con fratture. Questo studio richiama a una particolare cautela, con un'adeguata assistenza, nelle primissime settimane dall'impostazione del trattamento.

 

Butt DA, Mamdani M, et al. The risk of hip fracture after initiating antihypertensive drugs in the elderly. Arch Intern Med. 2012;doi:10.1001/2013.jamainternmed.469.

e-mail ricercatore: debra.butt@utoronto.ca