ACE inibitori

news /

Dall'AIFA: EMA: gli ultimi dati incoraggiano a continuare l'uso degli ACE-inibitori e degli ARB durante la pandemia COVID-19

Recenti studi osservazionali condotti sugli inibitori dell’enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) e sugli antagonisti del recettore per l'angiotensina (ARB o sartani) hanno mostrato che tali medicinali non influiscono sul rischio di contrarre l’infezione da sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS-CoV-2, il virus che causa COVID-19) e non mostrano di avere un impatto negativo sull'esito dei pazienti affetti da COVID-19.

Italiano
news /

COMUNICAZIONI AIFA: L’EMA consiglia di continuare a usare i farmaci per ipertensione, malattie cardiache o renali durante la pandemia da COVID-19

L'Agenzia europea per i medicinali (EMA) è a conoscenza delle recenti notizie diffuse dai media e delle pubblicazioni che si interrogano sulla capacità di alcuni farmaci, come gli inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) e i bloccanti del recettore per l'angiotensina (ARB o sartani), di peggiorare la malattia da coronavirus (COVID-19).

Italiano
news /

COMUNICAZIONI AIFA: Precisazioni AIFA su Malattia da coronavirus Covid-19 ed utilizzo di ACE-Inibitori e Sartani

L'Agenzia Italiana del Farmaco, in merito al presunto effetto di terapie a base di medicinali anti-ipertensivi appartenenti alla classe degli inibitori dell’enzima di conversione  dell’angiotensina (ACE inibitori),  o degli antagonisti del recettore per l’angiotensina II (sartani), sulla trasmissione e sull’evoluzione della malattia da coronavirus (Covid-19), intende precisare che ad oggi non esistono in merito evidenze scientifiche derivate da studi clinici o epidemiologici, ma solo ipotesi molecolari verificate con studi in vitro.

Italiano
news /

Deplezione sodica e farmaci che agiscono sul sistema renina-angiotensina

Partendo dalle segnalazioni di tassi di sopravvivenza variabili nei pazienti cardiopatici in trattamento con farmaci che agiscono sul sistema renina-angiotensina, una ricerca statunitense ha indagato la relazione tra mortalità ed elevata attivazione del sistema renina-angiotensina per effetto della terapia in atto.

In particolare, i pazienti con iperreninemia (misurata come livelli di attività reninica plasmatica, valori di normalità 0,65-4,5 ng/ml/h) avevano una mortalità più precoce rispetto a quelli con livelli più bassi.

Italiano
news /

Rischio di angioedema con gli ACE inibitori

Una metanalisi coordinata dai ricercatori della Columbia University ha indagato la frequenza di angioedema nei pazienti in trattamento con antipertensivi che agiscono sul sistema renina-angiotensina.

Italiano
80.211.154.110