news / Venerdì, Gennaio 20, 2012
Venerdì, Gennaio 20, 2012

Crampi notturni da farmaci

Reazione: 

Uno studio canadese ha valutato l’associazione tra insorgenza di crampi notturni e assunzione di alcuni farmaci di comune impiego (statine, diuretici, beta2-agonisti) in adulti ultracinquantenni.

Per fare questo ha confrontato, utilizzando archivi che fornivano le informazioni sulle medicine prescritte nell’arco di un periodo di 13 anni a 4,2 milioni di residenti della British Columbia, la prescrizione di chinina nell’anno precedente e in quello immediatamente successivo alla prescrizione di diverse medicine potenzialmente in grado di indurre crampi. Il rapporto tra prescrizioni nell’anno successivo e nell’anno precedente  indica un’associazione significativa tra l’introduzione in terapia di tutte le classi di farmaci considerate e l’insorgenza di crampi (rischio relativo 1,47 per i diuretici, limiti di confidenza al 95% da 1,33 a 1,63, p<0,001; 1,16 per le statine, limiti di confidenza al 95% da 1,04 a 1,29, p=0,004; 2,42 per i beta2-agonisti, limiti di confidenza al 95% da 2,02 a 2,89, p<0,001). Questa associazione si manteneva anche considerando i diversi tipi di diuretici (risparmiatori di potassio 2,12, limiti di confidenza al 95% da 1,61 a 2,78, p<0,001; tiazidici 1,48, limiti di confidenza al 95% da 1,29 a 1,68, p<0,001; dell’ansa 1,20, limiti di confidenza al 95% da 1 a 1,44, p<0,07) o di beta2-agonisti (da soli 2,17, limiti di confidenza al 95% da 1,56 a 3,02, p<0,001; associati a corticosteroidi 2,55, limiti di confidenza al 95% da 2,06 a 3,12, p<0,001).

Complessivamente il 77,5% degli utilizzatori di chinina, avevano nel proprio schema terapeutico almeno uno di questi farmaci e il 60,3% faceva uso di quelli maggiormente predisponenti (beta2-agonisti, diuretici risparmiatori di potassio, diuretici tiazidici). L'associazione tra crampi e statine era meno forte.

Nella pratica clinica, quando il paziente riferisce crampi notturni è opportuno raccogliere l’anamnesi farmacologica. Tra i diuretici, è ragionevole passare a quelli a minor rischio di questo effetto indesiderato (quelli dell’ansa rispetto ai risparmiatori di potassio e ai tiazidici).

 

Garrison SR, Dormuth CR, et al. Nocturnal leg cramps and prescription use that precedes them. Arch Intern Med Published online December 12, 2011. doi:10.1001/archinternmed.2011.1029.

e-mail ricercatore: scott.garrison@ti.ubc.ca