news / Martedì, Gennaio 15, 2013
Martedì, Gennaio 15, 2013

Come curare la psoriasi senza danneggiare il cuore

Uno studio retrospettivo danese su scala nazionale stabilisce che, tra i medicinali usati per il trattamento della psoriasi grave, i farmaci biologici e il metotrexate si associano con un numero relativamente minore di effetti negativi sul cuore. I ricercatori hanno utilizzato i dati del registro anagrafico nazionale e dei registri per patologia relativi al triennio 2007-2009 per associare gli eventi cardiaci con l’uso di farmaci biologici, metotrexate, retinoidi, ciclosporina e con la fototerapia e hanno scelto come esito primario la combinazione di morte, infarto del miocardio e ictus, come esito secondario quella di morte cardiaca, infarto e ictus. Dall’analisi dei 2.400 casi di psoriasi grave in terapia con diversi schemi (dei quali 693 trattati con farmaci biologici e 799 con metotrexate) emerge un tasso di incidenza dell’esito composto di morte, infarto del miocardio e ictus di 6 per 1.000 anni persona (limiti di confidenza al 95% da 2,7 a 13,4) con metotrexate, di 17,3 per 1.000 anni persona (limiti di confidenza al 95% da 12,3 a 24,3) con i farmaci biologici, di 44,5 per 1.000 anni persona (limiti di confidenza al 95% da 34,6 a 57) con le altre terapie (ciclosporina e retinoidi). Ciò corrisponde, prendendo come riferimento queste ultime, a un hazard ratio di 0,28 (limiti di confidenza al 95% 0,12 a 0,64) con il metotrexate e di 0,65 (limiti di confidenza al 95% da  0,42 a 1) con i farmaci biologici. Per l’esito secondario composito di morte cardiaca, infarto del miocardio e ictus si è ottenuto un’hazard ratio di 0,48 (limiti di confidenza al 95%  0,17-1,38) e di 0,5 (limiti di confidenza al 95% da 0,26 a 0,97) rispettivamente.

Tra le opzioni per il trattamento della psoriasi, il metotrexate e i farmaci biologici sembrano avere un profilo di sicurezza più favorevole di retinoidi e ciclosporina quanto alla predisposizione a eventi cardiaci e cerebrali. Di questo fatto è bene tenere conto nella scelta prescrittiva a pazienti che di per sé hanno un rischio cardiovascolare aumentato.

Ahlehoff O, Skov L, et al. Cardiovascular disease event rates in patients with severe psoriasis treated with systemic anti-inflammatory drugs: a Danish real-world cohort study. J Intern Med 2012; doi:10.1111/j.1365-2796.2012.02593.x.

e-mail ricercatore: olahha01@geh.regionh.dk