news / Mercoledì, Febbraio 3, 2016
Mercoledì, Febbraio 3, 2016

Contraccettivi e rischi teratogeni?

Uno studio prospettico di coorte danese esclude che l’assunzione di contraccettivi orali in coincidenza del concepimento o nel periodo immediatamente successivo abbia effetti teratogeni. I ricercatori hanno incrociato i dati del Medical Birth Register (anni 1997-2001, 880.694 nati vivi) e del Danish National Prescription Register, assumendo che l’esposizione ai contraccettivi (codice ATC G03A comprendente contraccettivi estroprogestinici o solo progestinici per bocca e contraccezione d’emergenza) coincidesse con la prescrizione più vicina alla data del concepimento. Il 69% delle madri (n=611.007) aveva fatto uso di contraccettivi orali, ma solo l’8% (n=74.542) nei trimestre precedente al concepimento (esposizione recente) e l’1% (n=11.182) successivamente a esso. L’esito primario, la prevalenza di anomalie congenite maggiori nel feto secondo i criteri classificativi dell’European Surveillance of Congenital Anomalie, si è verificata nel 5% dei neonati (n=22 013). Tale prevalenza è risultata simile nelle donne mai esposte ai contraccettivi (25,1 per 1.000 nascite), nelle donne esposte più di 3 mesi prima del concepimento (gruppo di controllo, 25,1 per 1.000 nascite), nelle donne con esposizione recente (24,9 per 1.000 nascite) e in quelle esposte con gravidanza già in corso (24,8 per 1.000 nascite). Ciò corrisponde a una stima del rischio nulla sia per l’uso recente (odds ratio 0,98, limiti di confidenza al 95% da 0,93 a 1,03) sia per l'uso in gravidanza già iniziata (odds ratio 0,95, limiti di confidenza al 95% da 0,84 a 1,08). Non è stato osservato un aumento del rischio neppure analizzando le diverse categorie di anomalie congenite. Pur ammettendo alcuni limiti metodologici (la stima a posteriori dell’esposizione, la rarità degli eventi ai fini dell’affidabilità dell’analisi statistica, la mancanza di informazioni sulla profilassi con folati) gli autori si sentono di escludere una relazione tra assunzione di contraccettivi orali e anomalie congenite.
Charlton B, Molgaard-Nielsen D, et al. Maternal use of oral contraceptives and risk of birth defects in Denmark: prospective, nationwide cohort study. Brit Med J 2016;352:h6712 e-mail ricercatore: bcharlton@mail.harvard.edu