news / Giovedì, Novembre 15, 2012
Giovedì, Novembre 15, 2012

Effetti extrapiramidali da antipsicotici

Principio attivo: 

Un’indagine condotta presso la Yale School of Medicine esclude che gli antipsicotici di seconda generazione determinino una minor frequenza di effetti extrapiramidali rispetto a quelli di prima generazione.  Il confronto è stato effettuato sulla base dei dati di uno studio controllato e randomizzato che aveva arruolato complessivamente 227 pazienti, 118 dei quali trattati con farmaci di prima generazione e 109 con quelli di seconda generazione. E’ stato adottato come criterio di significatività clinica un raddoppio o un dimezzamento del rischio dell’esito negativo (quindi con un’odds ratio >2,0 indicativa di un vantaggio degli antipsicotici di prima generazione o un’odds ratio <0,5 favorevole a quelli di seconda generazione) e sono stati stabiliti controlli a 12 e 52 settimane di trattamento per valutare l’insorgenza o la risoluzione dei sintomi. In situazione di partenza la frequenza di sintomi extrapiramidali era simile nei due gruppi. A 12 settimane non erano significativamente diverse le segnalazioni di effetti indesiderati, in termini sia di riduzione dei casi di parkinsonismo (odds ratio 0,5) e di acatisia (odds ratio 0,4) sia di aumento dei casi di discinesia tardiva (odds ratio 2,2). Nel controllo finale a 52 settimane non erano presenti effetti extrapiramidali. Nei pazienti trattati con antipsicotici di seconda generazione la probabilità di dover ricorrere a farmaci anticolinergici era di 30 volte minore.

In sintesi, i dati dello studio configurano una sostanziale equivalenza dei farmaci antipsicotici di prima e seconda generazione nell’indurre effetti extrapiramidali nel corso del primo anno di trattamento. Gli autori sottolineano le rilevanti implicazioni di questo riscontro nella pratica clinica, dal momento che gli psichiatri più giovani non hanno probabilmente avuto occasione di acquisire una adeguata confidenza ed esperienza nell’uso dei farmaci di prima generazione, ultimamente rimpiazzati dalle più recenti alternative terapeutiche.

 

Peluso MJ, Lewis SW, et al. Extrapyramidal motor side-effects of first- and second-generation antipsychotic drugs. Br J Psychiatry 2012;200:387-92.

e-mail ricercatore: michael.peluso@yale.edu