news / Martedì, Gennaio 7, 2014
Martedì, Gennaio 7, 2014

Una metanalisi conferma l’aumento del rischio cardiovascolare con sulfoniluree

Principio attivo: 

Il fatto che l’uso di sulfoniluree comporti un aumento del rischio vascolare, finora ipotizzato sulla base di dati non sufficientemente solidi, viene confermato da una revisione statunitense che ha incluso i 33 studi clinici e osservazionali pubblicati fino a dicembre 2011. Tali studi hanno coinvolto complessivamente 1.325.446 pazienti seguiti per 0,46-10,4 anni e hanno confrontato una sulfonilurea a un altro farmaco ipoglicemizzante orale. Con le sulfoniluree è emerso un aumento significativo del rischio cardiovascolare (rischio relativo di morte per cause cardiovascolari 1,27, limiti di confidenza al 95% da 1,19 a 1,34; di eventi cardiovascolari maggiori 1,1, limiti di confidenza al 95% da 1,04 a 1,16).

Un aumento del rischio cardiovascolare emergeva anche dagli studi in cui una sulfonilurea era stata confrontata alla metformina (rischio relativo di morte per cause cardiovascolari 1,26, limiti di confidenza al 95% da 1,17 a 1,35; di eventi cardiovascolari maggiori 1,18, limiti di confidenza al 95% da 1,13 a 1,24) o a un ipoglicemizzante orale non appartenente alla classe dei tiazolidinedioni (rischio relativo di morte per cause cardiovascolari 1,26, limiti di confidenza al 95% da 1,18 a 1,34; di eventi cardiovascolari maggiori 1,11, limiti di confidenza al 95% da 1,11 a 1,23). L’esito composito degli eventi cardiovascolari maggiori è stato poi scomposto nelle sue componenti individuando un aumento del rischio di infarto del miocardio (rischio relativo 1,11, limiti di confidenza al 95% da 1 a 1,24) e di ricovero per cause cardiovascolari (rischio relativo 1,22, limiti di confidenza al 95% da 1,02 a 1,46), ma non di ictus.

Nella pratica clinica, il fatto che l’impiego delle sulfoniluree esponga a un maggior rischio cardiovascolare i pazienti diabetici, già predisposti a complicanze di questa natura, impone una particolare attenzione a esplorare le opzioni terapeutiche alternative, compresi gli interventi non farmacologici.

Phung OJ, Schwartzman E, et al. Sulphonylureas and risk of cardiovascular disease: systematic review and meta-analysis. Diabet Med 2013;30:1160-71.

e-mail ricercatore: ophung@westernu.edu