news / Giovedì, Luglio 17, 2014
Giovedì, Luglio 17, 2014

Tossicità epatica da metotrexate: si può evitare la biopsia?

Principio attivo: 

L’epatotossicità da metotrexate è un evento relativamente raro nei pazienti con psoriasi in cura con questo farmaco, ma difficilmente prevedibile per la mancanza di un test affidabile. In generale la dose cumulativa di metotrexate non sembra avere un valore predittivo. Inoltre circa il 50% dei pazienti ha anche una steatosi che complica decisamente la lettura del campione bioptico e d’altra parte la terapia a lungo termine con metotrexate si associa a un quadro di steatosi e fibrosi che confonde ulteriormente il giudizio diagnostico. In queste situazioni la biopsia non può essere dirimente e ha l’aggravante di essere invasiva.

Per superare questi limiti un gruppo di ricercatori irlandesi ha valutato in 77 pazienti (41 maschi, età media 51,4 anni) il valore diagnostico di due indagini non invasive: l’elastografia transitoria (TE, transient elastography), che misura l’elasticità del parenchima epatico e fornisce quindi indirettamente una misura del grado di fibrosi, e il FibroTest, un pannello di marcatori di sofferenza epatica (α2-macroglobulina, aptoglobina, apolipoproteina A-I, γ-glutamiltranspeptidasi e bilirubina totale) già validato per altre malattie del fegato. I valori del peptide N-terminale del procollagene 3 (PIIINP) sono stati adottati come riferimento per la presenza di danno d’organo. Il 18% (n=50) dei pazienti sottoposti a elastografia aveva qualche anomalia; il fatto di essere sovrappeso od obeso e il crescere dell’età aumentavano significativamente la probabilità di un risultato alterato. Il 16% (n=70) dei pazienti sottoposti al FibroTest aveva valori alterati; influivano sui risultati l’età, la dose cumulativa e la durata della terapia con metotrexate. Gli esiti delle due indagini non erano in relazione con i livelli di PIIINP. Tutti i pazienti sottoposti a una biopsia nel corso dello studio (n=5) avevano un quadro di steatosi, in alcuni casi misto a fibrosi.

L’elastografia transitoria e il FibroTest possono contribuire alla valutazione della epatotossicità da metotrexate, evitando nei casi positivi la biopsia.  

Principio attivo: metotrexate

Reazione: epatotossicità

 

Lynch M, Higgins E, et al. The use of transient elastography and FibroTest for monitoring hepatotoxicity in patients receiving methotrexate for psoriasis. JAMA Dermatol 2014; doi:10.1001/jamadermatol.2013.9336

e-mail ricercatore: lynchmaeve@yahoo.ie

 

Bruce EA, Strober A. Methotrexate-induced liver toxicity: replacing the liver biopsy. JAMA Dermatol 2014; doi:10.1001/jamadermatol.2014.681.

e-mail ricercatore: strober@uchc.edu