news / Martedì, Novembre 2, 2021
Martedì, Novembre 2, 2021

Si può prevedere l'insorgenza della sindrome trombotica trombocitopenica da vaccino anti COVID-19

Secondo uno studio tedesco che riporta i dati di 11 pazienti con COVID-19 la comparsa di una forte cefalea da 5 a 20 giorni dopo la somministrazione di un vaccino anti COVID-19 ad adenovirus sarebbe il segnale della prossima comparsa di una sindrome trombotica trombocitopenica indotta da vaccino (VITT). Gli autori definiscono questa condizione per-VITT e suggeriscono che in caso di cefalea grave dopo la vaccinazione occorra subito chiedere una conta piastrinica, il D-dimero e gli anticorpi anti PF4, per porre in atto, in caso di risultati positivi, le terapie necessarie (per esempio le immunoglobuline in vena) per ridurre il rischio di VITT