vaccino anti COVID-19

news /

Le speranze del vaccino per bocca anti COVID-19

Ricercatori statunitensi hanno dimostrato nel criceto l'efficacia di un vaccino ad adenovirus anti COVID-19 somministrato per bocca o per via intranasale nel ridurre la carica di SARS-CoV-2 nel naso e nelle vie respiratorie. L'esperienza positiva nell'animale ha portato a uno studio di fase I nell'uomo che ha dimostrato che il vaccino è in grado di stimolare una buona risposta IgA specifica locale

Italiano
news /

Eventi avversi orali post vaccino anti COVID-19

Un'analisi delle segnalazioni della banca dati di vaccinovigilanza statunitense ha identificato 120 casi sospetti di eventi avversi orali dopo la vaccinazione anti COVID-19; il più frequente è la comparsa di parestesie orali, seguito dal rigonfiamento delle labbra e dall'ageusia

Italiano
news /

I casi di miocardite/pericardite post vaccino anti COVID-19 in Italia

Uno studio italiano di sorveglianza attiva post marketing ha analizzato i dati di 2.861.809 vaccinati tra i 12 e i 39 anni d'età, 441 dei quali hanno sviluppato una miocardite/pericardite: l'evento avverso era più frequente con la seconda dose di vaccino BNT162b2 e con la prima e la seconda dose di vaccino mRNA-1273 (specie nei maschi tra i 12 e i 39 anni d'età)

Italiano
news /

Disturbi mestruali da vaccino anti COVID-19

Secondo una ricerca statunitense potrebbe esserci una associazione tra vaccinazione anti COVID-19 e disturbi mestruali: su 35.572 donne che hanno risposto a un questionario il 42% riferiva un flusso più abbondante dopo la vaccinazione, mentre il 44% non riferiva alcun cambiamento

Italiano
news /

Vaccino anti COVID-19 sicuro anche nel primo trimestre di gravidanza

Il vaccino anti COVID-19 è sicuro anche nel primo trimestre di gravidanza. Una ricerca statunitense su 1.149 donne incinta vaccinate con almeno una dose nel primo trimestre ha dimostrato che non c'è un aumento di anomalie congenite fetali (4,2% dei casi rispetto al 5,1% nel gruppo di controllo)

Italiano
news /

Anche il vaccino anti COVID-19 russo si associa a un rischio aumentato di trombosi?

Fino a quest'estate non c'erano segnalazioni di trombosi trombocitopenica indotta da vaccino Sputnik V, cosa strana visto che si tratta di un vaccino con vettore adenovirale simile a quelli di AstraZeneca e di Johnson&Johnson. Ora viene descritto il primo caso, peraltro letale, e si mette in guardia sul fatto che la mancanza di segnalazioni non significa che non ci sia questa rara ma grave reazione avversa anche con il vaccino russo

Italiano
news /

Il vaccino anti COVID-19 bivalente stimola più difese del monovalente

Pubblicati in letteratura i primi dati sul vaccino bivalente approvato dall'AIFA per la campagna vaccinale italiana. Il vaccino mRNA-1273.214 bivalente (contro la forma ancestrale del virus e contro la variante Omicron BA.1) di Moderna, confrontato come seconda dose booster al vaccino mRNA-1273 monovalente, stimola una maggiore risposta anticorpale verso tutte le varianti Omicron e anche contro le Alfa, Beta, Gamma e Delta

Italiano
news /

L'obbligo vaccinale contro COVID-19 ha dato i suoi risultati

L'obbligo vaccinale anti COVID-19 ha portato i suoi frutti sia sul numero delle vaccinazioni praticate sia sulla riduzione dei ricoveri ospedalieri e delle morti rispetto al previsto. I dati di Francia e Germania dimostrano che l'obbligo di greenpass è stata una scelta azzeccata di politica sanitaria, adottata anche in Italia. I dati epidemiologici dimostrano inoltre che i Paesi che non hanno imposto un obbligo hanno raggiunto tassi di vaccinazione della popolazione molto inferiori

Italiano
news /

Miocardite/pericardite da vaccini a mRNA anti COVID-19: lo stato dell'arte

La più ampia e completa revisione sistematica condotta sull'associazione tra vaccini a mRNA anti COVID-19 e miocardite/pericardite offre moltissime informazioni e dati sull'argomento e si conclude con tre messaggi chiave pratici:
1. il rischio è maggiore negli adolescenti e nei giovani adulti maschi (12-19 anni d'età) e i soggetti a rischio potrebbero ridurlo usando il vaccino Pfizer invece del Moderna
2. occorre fare una comunicazione chiara dei rischi e dei benefici della vaccinazione nei giovani maschi

Italiano
news /

La disinformazione vaccinale non risparmia i media tradizionali

Secondo uno studio britannico condotto su oltre un milione e mezzo di articoli pubblicati in un anno sui media tradizionali, nel 3,2% dei casi c'erano informazioni false sui vaccini anti COVID-19, centrate soprattutto sulla sicurezza vaccinale (56,2% dei casi), sullo sviluppo, produzione e distribuzione dei vaccini (26,6%) e sul tema delle teorie cospirative (15,1%)

Italiano

Pagine

80.211.154.110