news / Domenica, Ottobre 20, 2019
Domenica, Ottobre 20, 2019

Eventi avversi gravi dei farmaci antipsicotici

Principio attivo: 
Reazione: 

I farmaci antipsicotici possono causare eventi avversi gravi a breve termine, soprattutto nei pazienti anziani.

E’ stata condotta una revisione sistematica con metanalisi che ha analizzato gli eventi avversi gravi verificatisi in 314 studi controllati e randomizzati, per un totale di 67.642 pazienti. Gli studi inclusi confrontavano un antipsicotico di seconda generazione con un placebo.

I dati analizzati suggeriscono un aumento del rischio di eventi avversi gravi nei pazienti in terapia con antipsicotici rispetto a quelli trattati con placebo. In base alle stime nei 42.600 pazienti in terapia con un antipsicotico si sono verificati da 698 (1,63%) a 863 (2,02%) eventi avversi gravi, mentre su 25.042 pazienti che assumevano placebo da 343 (1,37%) a 419 (1,67%) (odds ratio per la stima inferiore 1,24, limiti di confidenza al 95% da 1,08 a 1,42; odds ratio per la stima superiore 1,24 da 1,10 a 1,41).

Questa tendenza era particolarmente pronunciata tra i pazienti con più di 65 anni e tra i bambini e gli adolescenti, sebbene l’associazione nel secondo gruppo fosse più incerta.

I risultati di questo studio invitano a prestare cautela nella prescrizione di antipsicotici, soprattutto nel trattamento di pazienti con fattori di rischio in comune con la popolazione anziana.

Schneider-Thoma J, Efthimiou O, et al. Second-generation antipsychotic drugs and short-term somatic serious adverse events: a systematic review and meta-analysis. Lancet Psychiatry 2019;6(9):753-765.

e-mail ricercatore: stefan.leucht@tum.de