news / Domenica, Marzo 10, 2013
Domenica, Marzo 10, 2013

Rischio di pancreatite acuta con glicocorticoidi per bocca

Principio attivo: 

Uno studio svedese di popolazione su scala nazionale ha individuato un’associazione tra impiego di glicocorticoidi per bocca e insorgenza di pancreatite acuta. L’indagine, con disegno caso controllo 1:10, ha coinvolto 6.161 soggetti di 48-84 anni (età mediana 63 anni, 45% donne) che hanno avuto un primo episodio di pancreatite acuta nel periodo 2006-2008 e 61.637 soggetti di controllo appaiati per genere ed età. L’impiego dei glicocorticoidi è stato accertato consultando il registro nazionale delle prescrizioni, definendo come uso attuale, recente o progresso l’insorgenza della pancreatite rispettivamente entro 30 giorni, 30-180 giorni o 180 giorni dalla prescrizione dei glicocorticoidi. I farmaci più usati erano il prednisolone (63,7%) e il betametasone (33,6%).

Con l’impiego per via orale, è emerso un rischio di pancreatite acuta significativamente aumentato per l’uso attuale (odds ratio 1,53 rispetto al non uso, limiti di confidenza al 95% da 1,27 a 1,84), specie dopo i primi 4-14 giorni di prescrizione (odds ratio 1,73, limiti di confidenza al 95% da 1,31 a 2,28). Considerando i singoli farmaci, l’uso del betametasone comportava un aumento del rischio più marcato (odds ratio 3,53, limiti di confidenza al 95% da 1,93 a 6,46) dopo 4-14 giorni, mentre con il prednisolone il momento critico (odds ratio 1,70, limiti di confidenza al 95% da 1,24 a 2,34) si osservava a distanza di 15-30 giorni. Non c’era invece un rischio significativo di pancreatite acuta nei primissimi momenti di trattamento (0-3 giorni dopo la prescrizione), ma lo studio non poteva determinare il momento effettivo dell’inizio dell’assunzione. Tale rischio si attenuava in funzione del tempo ed era nullo con l’uso recente o pregresso e con la via di somministrazione inalatoria.

Finora esistevano segnalazioni sporadiche di casi di pancreatite acuta successive alla somministrazione di glicocorticoidi per via orale: la conferma del rischio da parte di questa indagine suggerisce ancora una volta che questa classe di farmaci va prescritta dopo un’attenta valutazione del rapporto tra rischi e benefici.

Sadr-Azodi O, Mattsson F, et al. Association of oral glucocorticoid use with an increased risk of acute pancreatitis: a population-based nested case-control study. JAMA Intern Med 2013; doi:10.1001/jamainternmed.2013.2737.

 e-mail ricercatore: omid.azodi@ki.se