news / Mercoledì, Marzo 20, 2013
Mercoledì, Marzo 20, 2013

E’ più frequente l’uveite se si ricorre al sildenafil?

Principio attivo: 
Reazione: 

I reumatologi dell’Università di Ankara Sihhiye segnalano un caso di uveite in un paziente con malattia di Behçet e disfunzione erettile. Si tratta di un uomo di 38 anni, con la malattia autoimmune da 15. Solo negli ultimi 3 anni, a partire dall’impiego dell’inibitore della fosfodiesterasi e in coincidenza con l’assunzione di più dosi, erano insorti 6 episodi di uveite posteriore a carico dell’occhio sinistro.

Gli autori rilevano che la malattia di Behçet si associa in circa la metà dei pazienti a un’uveite anche grave, che talora porta alla cecità. L’uso di sildenafil rappresenterebbe quindi il fattore precipitante in un apparato oculare già predisposto.  

Sottolineano peraltro che nel 3-11% degli utilizzatori di inibitori delle fosfodiesterasi (non affetti dal Behçet) sono descritti disturbi visivi (discromatopsia e fotofobia) e in casi sporadici reazioni avverse oculari gravi (neuropatia ottica ischemica non arteritica, occlusione dell’arteria cilio-retinica).

Işık M, Kılıç L, Doğan I. Recurrent uveitis due to sildenafil usage in a patient with Behçet's disease. Rheumatol Intern  2013;33:803; doi: 10.1007/s00296-011-2246-7.

e-mail ricercatore: metin1721978@yahoo.com