news / Martedì, Dicembre 27, 2011
Martedì, Dicembre 27, 2011

Anti-TNF e psoriasi

Uno studio retrospettivo effettuato sui pazienti adulti con malattia infiammatoria cronica intestinale seguiti presso due centri di Boston, il Massachusetts General Hospital e il Beth Israel Deaconess Medical Center, nell’arco di un decennio e una revisione della letteratura del periodo 1999-2011 analizzano la controversa relazione tra terapia con anticorpi monoclonali inibitori del fattore di necrosi tumorale alfa (anticorpi anti-TNF) e psoriasi: da una parte questi farmaci sono usati per controllare entrambe le condizioni autoimmuni, dall’altra è segnalato che quando vengono usati per trattare la malattia intestinale si osserva un aumento dell’incidenza della malattia cutanea.

Il campione era composto da 30 casi (24 con malattia di Crohn e 6 con colite ulcerosa) di reazione psoriasica (rash) in corso di trattamento con anti-TNF, mentre la revisione ha individuato 120 casi (104 con malattia di Crohn e 16 con colite ulcerosa) con la medesima caratteristica. Gli anticorpi anti-TNF usati erano infliximab, adalimumab e certolizumab pegilato.

Dall’analisi dei dati aggregati emerge che la psoriasi associata all'uso di anti-TNF aveva una frequenza maggiore nelle donne (70%), con prevalente localizzazione palmoplantare (42%) e al cuoio capelluto (42%); rispondeva nel 41% dei casi al trattamento locale, ma nel 43% richiedeva la sospensione dell’anti-TNF. L’impiego di un secondo anticorpo anti-TNF non era una valida alternativa, in quanto la reazione si ripresentava nel 52% dei casi (14/27).

Il tempo di comparsa della reazione psoriasica rispetto all’inizio della terapia con anti-TNF era variabile da uno a 105 mesi (mediana 5 mesi). Solo il 12% dei pazienti che manifestava il rash aveva una storia personale di psoriasi, un altro 11% una storia familiare.

Per quanto lo studio non consenta di stimare, per il suo disegno, la frequenza di reazione psoriasica in corso di trattamento con anticorpi anti-TNF nei pazienti con malattia cronica intestinale, questa segnalazione va tenuta presente nella pratica clinica in attesa di studi che verifichino l’incidenza dell’effetto negativo.   

Cullen G, Kroshinsky D, et al. Psoriasis associated with anti-tumour necrosis factor therapy in inflammatory bowel disease: a new series and a review of 120 cases from the literature. Aliment Pharmacol Ther 2011;34:1318-27.

e-mail ricercatore: gcullen@bidmc.harvard.edu