Alterazioni generali dell'apparato cardiovascolare

soc: 
news /

La vareniclina non aumenta il rischio di eventi avversi gravi cardiovascolari

Uno studio di popolazione condotto su scala nazionale dagli epidemiologi del Statens Serum Institute di Copenhagen esclude che l’impiego della vareniclina per la disassuefazione al fumo si associ a un aumento significativo del rischio di eventi cardiaci gravi. L’indagine è stata condotta nel periodo 2007-2010 individuando nel National Prescription Registry, che copre tutta la popolazione sopra i 18 anni, i fumatori che facevano uso per la prima volta di vareniclina (n=17.926) o, come controllo, di bupropione (n=17.926).

Italiano

Pagine