news / Giovedì, Marzo 30, 2017
Giovedì, Marzo 30, 2017

Pancreas e sitagliptin vanno d’accordo

Una sottoanalisi dello studio internazionale TECOS (Trial Evaluating Cardiovascular Outcomes with Sitagliptin) disegnato per valutare la sicurezza cardiovascolare di sitagliptin, sembra escludere che il suo impiego aumenti il rischio di malattie del pancreas, come ipotizzato in studi precedenti. Tra i 14.671 pazienti reclutati e seguiti per un follow up mediano di 3 anni, la frequenza di pancreatite acuta non è risultata significativamente diversa con l’inibitore della dipeptidil peptidasi 4 (DPP-4) e con il placebo (0,3% nei trattati rispetto a 0,2%, hazard ratio 1,93, limiti di confidenza al 95% da 0,96 a 3,88; 0,107 rispetto a 0,056 casi per 100 anni-paziente). Peraltro nel braccio di trattamento si sono registrati 4 casi di pancreatite grave, 2 dei quali fatali. Anche la frequenza di cancro del pancreas era simile nei due bracci sperimentali (0,1% nei trattati rispetto a 0,2%, hazard ratio 0,66, limiti di confidenza al 95% da 0,28 a 1,51; 0,042 rispetto a 0,066 casi per 100 anni-paziente). Sitagliptin non sembra dunque comportare un danno al pancreas tale da innescare l’insorgenza di processi infiammatori o neoplastici. Questo dato si discosta da quanto osservato dagli autori dopo l’analisi dei dati aggregati di precedenti studi clinici che riguardavano due antidiabetici della stessa classe (saxagliptin e alogliptin). E’ stato infatti individuato un aumento del rischio di pancreatite acuta (3 studi clinici, rischio relativo 1,78, limiti di confidenza al 95% da 1,13 a 2,81) e un effetto nullo sul rischio oncologico (2 studi clinici, rischio relativo 0,54, limiti di confidenza al 95% da 0,20 a 1,04). I risultati dello studio sembrerebbero rassicuranti, ma la rarità degli eventi osservati (che spiega anche l’apparente effetto favorente la pancreatite e l’apparente effetto protettivo rispetto al cancro se si considerano i numeri assoluti) e i 4 casi di pancreatite grave nel gruppo di trattamento suggeriscono di rimandare un giudizio definitivo.
Buse JB, Bethel MA, et al; TECOS Study Group. Pancreatic safety of sitagliptin in the TECOS Study. Diabetes Care 2017;40:164-70. e-mail ricercatore: John B. Buse, jbuse@med.unc.edu