news / Giovedì, Agosto 17, 2017
Giovedì, Agosto 17, 2017

La scomparsa di Giampaolo Velo

Cari lettori, con profonda commozione ricordiamo il professor Giampaolo Velo, direttore della rivista Focus Farmacovigilanza, mancato lo scorso 17 agosto dopo una lunga malattia.
Nato a Padova nel 1943, si è laureato con lode in Medicina e chirurgia a 24 anni a Bologna. Dopo il conseguimento della laurea ha trascorso diversi anni a Londra. Rientrato dall’estero, nel 1977 è stato nominato direttore dell’Istituto di Farmacologia dell’Università di Verona.
Dopo un periodo iniziale di studi nel campo dell’infiammazione, a partire dagli anni ottanta ha concentrato le sue ricerche sulla farmacoepidemiologia e farmacovigilanza, diventando in breve tempo un importante punto di riferimento a livello sia nazionale sia internazionale. Sotto la sua direzione l’Istituto di Farmacologia di Verona è stato il primo Centro Regionale di Farmacovigilanza in Italia e dal 1995 è divenuto sede del Centro di Riferimento sull’educazione e sulla comunicazione nel Programma Internazionale di sorveglianza sui farmaci dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Nel corso degli anni il professor Velo con il suo gruppo ha dato vita a numerosi progetti nel campo della farmacovigilanza e collaborato con i più importanti gruppi di ricerca internazionali. Il bollettino Focus Farmacovigilanza è uno di questi progetti. Lo fondò nel 1994 quando ancora la farmacovigilanza in Italia era agli albori e si distingue tutt’oggi per i suoi contenuti indipendenti. Nel corso degli anni è maturata anche l’idea di sviluppare la versione inglese della rivista e il sito www.farmacovigilanza.eu che, oltre a ospitare il bollettino, aggiorna quotidianamente sul mondo della farmacovigilanza. Giampaolo Velo ha sempre desiderato dare a Focus uno stile leggero e veloce nella lettura con tono giornalistico, pratico, utile per il lettore e puntualmente sempre finalizzato a trattare esclusivamente temi di farmacosorveglianza. Così lui stesso scriveva in un suo editoriale di settembre 2008: “Cari lettori Focus cambia dentro e fuori. E’ nato come mezzo d’informazione e collegamento tra sanitari nel campo della sicurezza dei farmaci, con l’ambizione di rappresentare uno strumento utile alla pratica prescrittiva del medico. Focus manterrà uno stile leggero e il nostro obiettivo è rimasto lo stesso: fornire un approccio il più possibile pratico clinico sui temi attinenti la sicurezza dei farmaci”, una promessa, a nostro avviso, mantenuta in tutti questi anni. La sua scomparsa è una grave perdita per Focus, cercheremo di proseguire la sua opera, continuando a fornirvi un’informazione indipendente basata sulle prove scientifiche seguendo gli stessi principi che hanno ispirato il professor Velo.

Roberto Leone, Lara Magro, Ugo Moretti, Mauro Venegoni e Pietro Dri