news / Lunedì, Luglio 10, 2017
Lunedì, Luglio 10, 2017

I rischi dell’anestesia in pediatria

Principio attivo: 

Lo studio prospettico osservazionale APRICOT ha analizzato la frequenza e le caratteristiche delle reazioni avverse all’anestesia in età pediatrica. E’ stato realizzato in 261 centri di 33 paesi europei, ciascuno dei quali ha reclutato nell’arco di 2 settimane bambini e adolescenti fino a 15 anni di età candidati all’anestesia generale o alla sedazione per un intervento chirurgico elettivo o in emergenza.

Complessivamente, sono stati sottoposti ad anestesia 30.874 pazienti (età media 6,35 anni, 361 neonati) con 127 tecniche diverse.

L’incidenza di reazioni avverse gravi durante o immediatamente dopo le procedure è stata del 5,2%, maggiore con l’anestesia generale che con la sedazione (rischio relativo 2,69, limiti di confidenza al 95% da 1,38 a 5,26).

Le complicanze respiratorie erano le più frequenti (3,1%). L’insorgere di un’instabilità cardiovascolare (1,9%) si traduceva in una quota non trascurabile di casi in esiti sfavorevoli a brevissimo termine (5,4%).

La mortalità ospedaliera a 30 giorni è risultata pari a 10 casi su 10.000 pazienti ma nessun decesso è stato correlato all’anestesia.

Per quanto riguarda le caratteristiche del paziente, avevano un impatto l’età (riduzione del rischio di complicanze respiratorie gravi del 12% per ogni anno di età in più), la storia clinica e le condizioni cliniche.

Circa le caratteristiche della procedura, aveva un peso l’esperienza degli operatori ma non la struttura sanitaria.

Lo studio descrive un quadro ancora molto variabile, ma ha il pregio di mettere in evidenza gli aspetti che aumentano il rischio non trascurabile di eventi avversi con l’anestesia in età pediatrica.

 

Habre W, Disma N, et al; APRICOT Group of the European Society of Anaesthesiology Clinical Trial Network. Incidence of severe critical events in paediatric anaesthesia (APRICOT): a prospective multicentre observational study in 261 hospitals in Europe. Lancet Respir Med 2017;5:412-25.

e-mail ricercatore: walid.habre@hcuge.ch