news / Giovedì, Marzo 31, 2016
Giovedì, Marzo 31, 2016

Come ottimizzare la prescrizione di antibiotici?

Principio attivo: 
Con un intervento educativo sui medici di medicina generale il sistema sanitario nazionale britannico ha cercato di migliorare l’appropriatezza dell’impiego degli antibiotici. Dopo aver selezionato dagli archivi amministrativi i 3.227 medici di base che si collocavano nel quintile più alto quanto ad attività prescrittiva di antibiotici, li ha assegnati al braccio di controllo (prosecuzione della pratica abituale) o a quello di intervento in due passaggi. Nel primo passaggio i medici di medicina generale hanno ricevuto una lettera di richiamo, autorevole in quanto firmata dal ministro della sanità, che suggeriva tre modalità per contenere la prescrizione di antibiotici: fornire consigli ai pazienti, ritardare la prescrizione e confrontarsi con i colleghi. Nel secondo passaggio, dopo una nuova randomizzazione a distanza di 3 mesi, sono stati distribuiti agli ambulatori assegnati al braccio di intervento materiali di comunicazione destinati al paziente accompagnati da una lettera al direttore dell’ambulatorio. L’intervento complessivo ha determinato una significativa riduzione delle confezioni di antibiotico prescritte (confezioni per 1.000 assistiti: gruppo di intervento 126,98, limiti di confidenza al 95% da 125,68 a 128,27 rispetto al gruppo di controllo 131,25, limiti di confidenza al 95% da 130,33 a 132,16; rapporto tra i tassi di incidenza 0,967, limiti di confidenza al 95% da 0,957 a 0,977, p<0,0001) con un risparmio stimato di 73.406 confezioni nell’arco di 6 mesi. Questo risultato non sembra ascrivibile al secondo passaggio, quello mirato alla comunicazione al paziente (confezioni per 1.000 assistiti: 135, limiti di confidenza al 95% da 133,77 a 136,22 rispetto a 133,98, limiti di confidenza al 95% da 133,06 a 134,9; rapporto tra i tassi di incidenza 1,01, limiti di confidenza al 95% da 1,00 a 1,02, p=0,105). I rischi della prescrizione inappropriata di antibiotici sono ben noti e spaziano dall’insorgenza dell’antibioticoresistenza all’aumento ingiustificato della spesa sanitaria. La possibilità di correggere questa pratica con un’attività di controllo e richiamo dei professionisti appare promettente.
Hallsworth M, Chadborn T, et al. Provision of social norm feedback to high prescribers of antibiotics in general practice: a pragmatic national randomised controlled trial. Lancet 2016;DOI: http://dx.doi.org/10.1016/S0140-6736(16)00215-4. e-mail ricercatore: michael.hallsworth@behaviouralinsights.co.uk